Italian Listening & Comprehension Practice: Hard to pronounce Italian Words

By Manu Venditti | All Levels

Italian listening & comprehensioN

Episode 16 -Hard to pronounce Italian Words

Buongiorno a tutti, carissimi studenti di italiano.
Ciao, come state?
Benvenuti a un altro episodio di caffè italiano con Manu.
Succede sempre.
Benvenuti a un altro episodio di caffè italiano con Manu dove... cosa facciamo oggi?
Oggi parliamo di parole difficili da pronunciare.
Ovviamente parole italiane difficili da pronunciare.
Sarà una lezione più interattiva del solito perché parleremo... avremo qui sullo schermo qui delle parole da pronunciare.
Io vi suggerisco di condividere nella chat le parole che voi trovate difficili da pronunciare perché anche con un livello altissimo di italiano dove riuscite a capire questo che sto dicendo ci sono parole che sono senza dubbio difficili.
Allora, cominciamo.
Vediamo quanti siamo?
Siamo 48.
Dai venite, venite studenti, venite.
Mi sono dimenticato di togliermi il mio finto orologio che non serve per questo show.
Ora abbiamo 66 studenti, mi piace di più questa cosa.
Di solito arriviamo a 120, 130 studenti che è eccezionale.
Allora vediamo in atti... vediamo in chat chi c'è.
Quanta bella gente.
Vedo già delle parole.
Vedo già delle parole.
Allora cominciamo con la prima parola che ho preparato che è questa qui.
Io vi chiedo se potete di pronunciare questa parola.
La pronunciate ad alta voce, anche se io non ti sento prova a pronunciare questa parola.
Significa parlare del più e del meno.
Siamo pronti?
La pronuncio io.
Chiacchierare.
Chiacchierare.
Quindi abbiamo il "chia" poi abbiamo "cchie" quindi chiacchie perché ci sono due "c".
Questa è la parte importante, chiacchierare.
Ci deve essere questo... chiacchierare.
Ok, abbiamo un'altra parola.
Io ho un segreto.
Ho qualcuno nella regia che aiuta.
Quindi se possiamo avere un'altra parola... dita incrociate.
"gh".
Ah, ecco.
Allora qual è questa parola?
Questa parola è quando prendiamo l'acqua e diventa fredda e dura.
E diventa... la pronuncio io prima?
No, prima voi.
Ghiaccio.
Allora questa è complicata perché quando vediamo lo spelling ci confonde ma sono due suoni facili.
O sono tre suoni, non lo so quanti suoni.
C'è "ghi", "ghi" "a" "ccio".
Individualmente tu sai pronunciare tutti questi suoni.
Ghi a ccio.
Li mettiamo insieme ed è ghiaccio.
Poi ricordati che ci sono due "c" e quindi è una "c" più forte.
Ghiaccio, ghiaccio.
Ghiaccio.
Ci sono italiani che invece di dire ghiaccio dicono diaccio, con la "d" ma non è giusto.
Quindi diciamolo con la "g", ghiaccio.
Io intanto saluto Giada e Cristiana che mi stanno aiutando, che sono parte del team di Italy Made Easy.
E poi chi abbiamo?
Abbiamo addirittura una studentessa dalla Cina, ciao.
Non vedo... Lisa dalla Cina.
Bolivia... oh Diane, buonasera Diane.
Ho ricevuto la tua email, ti rispondo quando posso.
Allora abbiamo un'altra parola.
Miss... come si dice... divinità del cloud scrivete la prossima parola e vediamo qual è.
Ok, questa qui può confondere perché ci sono troppe vocali.
"sce" si pronuncia sce.
Cosa succede quando c'è anche la "i"?
Non succede assolutamente niente.
Si pronuncia comunque sce.
Questa è una parola... è un po' un'eccezione della lingua italiana perché per scrivere "sce" non si usa la "i" generalmente.
Ma questa parola specifica ha la "i" e quindi scienza.
Scienza.
State parlando, state provando anche voi queste parole?
Ok, vediamo se ci sono parole che voi studenti vorreste che io pronunciassi per voi.
Nel frattempo io mi faccio il caffè perché vedo che c'è un po' un ritardo con le parole.
Ok... Cristiana che è nella chat che aiuta sa che a me non piace questa parola.
È la parola italiana per t-shirt ed ha un suono difficile.
Ma è un suono difficile anche per molti italiani, soprattutto nella parte centrale dell'Italia come per me.
Questa è maglietta.
Maglietta, c'è la "gl" che è un suono che esce da qui.
Magl, maglietta.
E poi ricordatevi la doppia "t", maglietta.
Come si fa a pronunciare un suono doppio?
Si fa una pausa, una micro pausa prima del suono doppio e si allunga un pochino la vocale.
Quindi maglietta.
Maglietta.
Questo è il segreto della doppia "t".
Il caffè è buono, è buono, sì.
Ho ridotto il mio caffè, adesso bevo solo un caffè al giorno, non più quattro.
Quindi bravo Manu.
Abbiamo un'altra parola.
No, non vedo la parola, aiuto.
Interessante questa parola.
Questa parola è la parola giusta di molte... che molti studenti, molte persone erroneamente dicono intervista.
Intervista è quella che fa un giornalista a una persona, per esempio un giornalista a una persona famosa.
Un giornalista a un politico.
Quella è un'intervista.
Quando andiamo a un lavoro per cercare il lavoro facciamo questo, ed è un colloquio.
Colloquio.
Collo... collo qui... qui che significa qui.
Colloquio.
La parte difficile secondo me è quel "quio" perché non è molto comune in italiano, vero Giada?
Il suono "quio" non è molto comune in italiano, non riesco a pensare ad altre parole o molte altre parole.
Colloquio.
Ok, pronti per la prossima parola.
Vediamo chi altro c'è... questo è il negozio dove si vendono i gioielli.
I gioielli sono per esempio orecchini, collane, braccialetti... oggetti preziosi.
La parola è difficile.
Prova tu a pronunciarla e poi la pronuncio anch'io.
Gioielleria.
Gioielleria.
"gio" "ie"... "ie" "lle" con la doppia "l", "ria".
Gioielleria.
Gioielleria.
Nel frattempo Giada mi ha scritto nella chat che altre parole con "quio" sono per esempio sproloquio e soliloquio, giusto.
Ma non sono parole comuni, gius... non penso.
Cioè soliloquio sì ma... allora, questa è difficile, gioielleria.
Vediamo la prossima parola... la prossima parola è?
Rullo di tamburi... rullo di tamburi.
Nel frattempo io ti ricordo che puoi tornare a questo video fra qualche giorno per trovare i sottotitoli in italiano che aiutano sicuramente.
Una parola interessante.
Le persone che bevono alcolici, quindi l'alcol, se bevono molto alcol il giorno dopo stanno male.
Questa cosa si chiama sbronza.
Sbronza.
È un... una parola brutta proprio.
Ha un suono brutto.
"sbro"... "sbro"... attenzione con la "s" perché la s ha due possibili suoni.
In questo caso, primo caso, prima della "b", la "b" è una vocale molto sonora.
Quando mettiamo la "s" prima di una vocale molto sonora anche la "s" diventa sonora e quindi "sbro", sbronza.
Sbronza.
In questo caso io sto usando la pronuncia "z" per la lettera z, sbronza.
Un'altra parola.
Un'altra parola, ok.
Come la spiego questa senza usare l'inglese.
Intanto pronunciatela.
Questi sono oggetti non identificati e anche inutili.
È una parola generale per parlare di oggetti inutili.
È difficilissimo questa da pronunciare secondo me.
Grazie per chi ha condiviso... Gioachino Rossini, grazie per questa parola perché è veramente complicata.
Cioè, non per un italiano ma capisco quanto possa essere difficile per uno studente di italiano.
Cianfrusaglie.
Qui abbiamo tanti suoni complicati.
"cian"... "cian" non è complicato, ok.
"cian" "fru".
Fru come in frutta.
"Cianfru".
Poi abbiamo "sa" ma ricordati che quando la lettera "s" è fra due vocali italiane quasi sempre, praticamente sempre ha il suono sonoro o vibrato di "sz".
Quindi cianfrusa... cianfrusa... e poi abbiamo il carissimo suono "glie".
Non lasciarti confondere dalla "i".
La "i" in questo composto di lettere "g l i e", la "i" non si pronuncia, si pronuncia soltanto la "e".
Quindi "glie".
Cianfrusaglie.
Cianfrusaglie.
Grazie Cristiana, sai quanto io ami le parole con la "gl".
Le odio.
E... interessante anche questa.
Questa è evidente che cosa significa, non penso ci siano problemi per capire il significato di questa, ovviamente.
E... ed è psicologia.
"psi", in italiano il suono psi si pronuncia tutto, "psi".
Non è come in inglese.
E in italiano è psi.
Psicologia e l'accento è sulla "i" di "gia".
Questa anche è un'eccezione perché di solito "g i a" si pronuncia senza la "i".
Per esempio Gianni è scritto con la "i" ma non si pronuncia la "i".
Perché questa è la regola in italiano.
"g i a", la "i" è muta.
In inglese è silenziosa, è muta.
Non si pronuncia la "i".
In questo caso.
In questo tipo di parola si rompe il dittongo e si pronuncia la "i".
Quindi abbiamo psicologia.
Psicologia.
Prossima parola, vai.
Prossima, vai Cristiana, prossima prossima.
Io mi sto divertendo, voi?
Io vi ricordo... nel frattempo vi ricordo quali altri materiali produciamo qui a Italy Made Easy per te esclusivamente in italiano.
Abbiamo il nostro podcast che si chiama Italy Made Easy podcast.
Lo trovi sul nostro sito, italymadeeasy.com, lo trovi sull'accademia Academy.italymadeeasy.com, lo trovi su spotify, su itunes, su tutte le piattaforme dove ci sono i podcast e si... ed è ogni due settimane il martedì, 15 minuti di conversazioni, di audio in italiano con esercizi e trascrizione e tutto resto.
E poi ogni mar... ogni... un martedì sì e un martedì no abbiamo anche la nostra newsletter che non è proprio una newsletter, si chiama Italy Made Easy Stories che sono più articoli più brevi parlati in italiano con la trascrizione e la traduzione.
Tutto questo sempre gratis per voi.
Prossima parola.
Ce l'ho qui?
No non ce l'ho.
Questo oggetto si usa nella cucina ed è... si usa per esempio per girare il caffè.
Se metti lo zucchero si usa per girare il caffè.
Si pronuncia... questa è difficile perché ci sono molte vocali lì nel centro.
Cucchiaino.
Cucchiaino.
Cucchia... cucchia... ino.
"ino" perché è piccolo.
Cucchiaino.
Il problema è quel cucchiaino.
Non mettete l'accento su altre vocali, l'accento è "cucchiai", cucchiaino.
È sulla... è sulla seconda "i".
Cucchiaino.
Perfetto.
Vediamo se ci sono altre parole.
Io nella chat vedo tantissime parole ma non possiamo pronunciarle tutte.
E poi questo ricordatevi, questo è un pretesto per divertirci in italiano naturale ma leggermente più lento.
Questo è lo scopo di questo show e non è imparare necessariamente dall'argomento, anche se sicuramente state imparando molte cose.
Questa come la spiego?
Questa è una cosa che qualcuno ha detto o ho affatto ed è una cosa di poca importanza, una cosa insignificante.
È una... sciocchezza.
"scio", "scio".
In italiano "s c i" si pronuncia sci.
Quando mettiamo un'altra vocale dopo la "i" diventa silenziosa o muta e si pronuncia soltanto la prossima vocale, quindi "scia", "sci", "scio", "sciu", "scie".
Questo è "scio".
Poi abbiamo "cche" ma è una doppia "c" quindi sciocchezza.
"sciocche", con quella piccola... così.
"sciocche", "sciocche".
E poi abbiamo la doppia "z" e quindi "zza".
Sciocchezza.
Sciocchezza.
Sentite i tre... le due pause?
Sciocchezza.
C'è una micro pausa dopo "scio" e una micro pausa dopo "che" e questo perché dopo ci sono due consonanti, quindi sciocchezza.
Ovviamente quando parliamo non esageriamo queste pause ed è più... è più rilassata la cosa.
È sciocchezza, sciocchezza.
Io esagero perché sto insegnando.
Vai, prossima parola.
Non è completa questa.
Allora questo è un aggettivo che è molto uguale... molto simile all'inglese, a tutte le altre lingue romanze, quindi non serve spiegare che significa ma la pronuncia può essere complicata, sì.
Ci sono due "l" e vediamo dov'è lo stress di questa parola.
Prova tu.
Intelligente.
Intelligente.
Intelligente.
Gente come la parola gente.
Intelligente.
Vediamo ancora... ancora un paio di parole perché di solito vogliamo tenere questi episodi di una lunghezza di 15 minuti così non diventano troppo pesanti, anche se spero che non sia pesante questo episodio.
Vediamo se abbiamo ancora due parole.
Questo qui, allora quando dormiamo nel letto mettiamo questa... questo telo sul letto per dormire ed è un telo morbido, liscio e piacevole.
Si chiama... anzi attenzione, questa è una parola strana perché questo è un plurale irregolare.
Cristiana puoi aggiungere l'articolo a questa parola?
Vediamo qual è l'articolo, è la... la lenzuola?
No.
Perché lenzuola è un plurale e non è un singolare.
È una parola di quelle strane perché il lenzuolo, maschile e finisce con la "o", il lenzuolo.
Ma nel plurale diventa femminile.
Le era un plurale... plurale irregolare, le lenzuola.
Quindi il lenzuolo, le lenzuola.
Io di nuovo, io pronuncio la "z", in questo caso la "z" più delicata, io non lo dico lenzuolo.
Io non so se per esempio Cristiana che è di Trieste, del nord Italia e Giada che del sud Italia, se voi dite lenzuolo con l'altra z e quindi con la "z" forte, lenzuolo.
Io dico lenzuolo.
Questa è una cosa simpatica fra noi italiani perché in ogni regione pronunciamo le parole in un modo un po' diverso.
Vediamo se riesco a vedere la risposta nella chat di Giada.
Qui al nord diciamo come te.
Quindi per... per Cristiana a Trieste anche lei dice lenzuolo con la "z", lenzuolo.
E vediamo cosa dice Giada... anche qui al sud, perfetto.
Quindi da Trieste a Catania diciamo lenzuolo in questo caso.
Ok ancora una parola e poi ci salutiamo.
Vediamo qual è la parola vincente fra tutte le parole mandate dal... dagli studenti.
Questo count non è giusto perché abbiamo 123 studenti non 116.
Vabbè, via.
Interessante.
Quando andiamo all'università e finiamo i nostri studi prendiamo un diploma.
In Italia questo diploma specifico dell'università si chiama laurea.
"la u re a" e pronunciamo tutte le vocali praticamente.
Laurea.
Laurea.
Dov'è... dov'è l'accento?
Forse "la".
Laurea, laurea, sì.
Laurea.
Laurea.
Laurea.
Qual è l'articolo di questa parola?
Non è l apostrofo aurea, assolutamente no.
È la laurea.
La laurea è quella che prendiamo all'università.
Io per esempio ho una laurea in lingue moderne... com'era?
Non me la ricordo più.
Ho una la... una laurea in intradu... in traduzione e interpretazione con l'inglese, il portoghese e lo spagnolo.
Voi che laurea avete?
Finiamo così, finiamo con questa domanda.
Scrivete nella chat e nei commenti 1) se avete una laurea e 2) se... che laurea avete.
Perché anche questo è un discorso che potremmo fare un video su questa cosa perché... come si chiama la tua laurea?
Come si... cioè per esempio... ok parliamo velocemente dai.
Laurea in economia e commercio, non business.
Laurea in economia e commercio.
Laurea in giurisprudenza, laurea in psicologia.
Giada ha una laurea in lingue e letterature straniere, ottimo.
Vediamo un po'.
Cristiana ha una laure... laurea.
Non riesco a parlare oggi, in storia e filosofia.
E tu?
Freddie ha una laurea in meccanica.
Dipende, che meccanica?
Questo è... un altro ,un altro video, facciamo un altro video perché questo è complicato.
Mi avete dato un'idea indirettamente.
Io vi ringrazio di cuore di aver partecipato, ci vediamo qui su youtube per altri video come questo ogni venerdì alla stessa ora e su Italy Made Easy Academy per tutti i nostri corsi e poi ci vediamo sul... ci sentiamo sul podcast, nella newsletter e tutte le cose che possono aiutarti a imparare o a migliorare il tuo italiano proprio come questo esercizio di ascolto e comprensione.
Io ringrazio Giada e Cristiana per l'aiuto che mi avete dato e ringrazio tutti voi studenti.
Ciao ciao.

Looking for a Structured, Ongoing program to Learn Italian? Check out 'From Zero to Italian' then!