Italian women who have changed history [Italian Listening Exercise]

By Manu Venditti | Advanced

Podcast #29: Donne italiane che hanno cambiato la storia

Ciao ciao ciao! Carissimi studenti di italiano! Pronti per un altro episodio del nostro Podcast in italiano lento, o per lo meno, in italiano chiaro? Come sempre, lo scopo del nostro Podcast è di offrire materiali interessanti in italiano che puoi usare per migliorare le tue capacità di ascolto e comprensione della lingua italiana, ma non solo! Con Italy Made Easy Podcast scoprirai infatti anche cose nuove della cultura italiana e, indirettamente, migliorerai anche la tua pronuncia!

Insomma, una gran bella opportunità! Creata per te e tutti gli altri studenti di italiano… e che non costa niente! Esatto, questo podcast è gratis! Ed è con immenso piacere che vedo che lo apprezzate molto! 

Oggi parliamo di donne… ma non di donne qualsiasi… di donne italiane che hanno lasciato un segno indelebile nella storia dell’Italia e del mondo. Pronti a scoprire chi sono? Allora iniziamo subito!

Get the Podcast automatically on your phone
or podcast enabled device

In passato le donne non hanno avuto vita facile… Sono sempre state considerate inferiori rispetto agli uomini e hanno dovuto lottare prima di veder riconosciuti i propri diritti, al contrario dell'altro sesso a cui son sempre spettati per nascita.

Ancora oggi questa lotta continua e sembra non finire mai, purtroppo! Ci sono Paesi in cui vengono ancora considerate come inferiori... ma anche nei Paesi dove ufficialmente dovrebbero avere per legge l’uguaglianza con gli uomini, spesso la figura maschile tende ancora a prevaricare quella femminile, di solito per motivi assolutamente impossibili da eliminare come, ad esempio, la forza fisica.

Anche in ambito lavorativo a volte gli uomini vengono spesso preferiti alle donne… Non prendetevela con me però… in Italy Made Easy gran parte del team, quasi tutto, è composto da donne, ve ne siete accorti, no??? 

Nonostante in Italia (come nel resto del mondo) le donne abbiano avuto e continuino ad avere qualche problema in più ad emergere rispetto agli uomini, ci sono delle donne che sono state in grado di farsi rispettare e hanno cambiato la storia! In realtà non sono poche ma io ho scelto di parlarvi di quattro di loro che, secondo me, meritano in particolare di esser citate!

Cominciamo da Rita Levi Montalcini. In questo caso parliamo di una donna della nostra epoca perché è morta solo pochi anni fa. Credo e spero che il suo nome non vi sia nuovo. Una donna eccezionale… con un cervello eccezionale… e che ha saputo emergere e farsi valere nonostante una giovinezza decisamente difficile!

In effetti la prima parte della sua vita proprio non è stata facile: ha vissuto sulla sua pelle la persecuzione nei confronti degli ebrei durante la Seconda Guerra Mondiale che l’hanno costretta a nascondersi a Firenze durante l’invasione nazista dell’Italia! Ma non è per esser sopravvissuta che è diventata famosa… non è per questo passato terribile che è sicuramente una donna che ha cambiato la storia e il cui nome verrà sempre ricordato nei libri!

Rita Levi Montalcini ha ricevuto talmente tanti premi… ed è il motivo per cui glieli hanno dati che la rende una donna così importante… con quei premi le hanno riconosciuto di aver scoperto delle cose importantissime in ambito medico-scientifico… scoperte che hanno davvero cambiato la storia del mondo.

Italiana orgogliosa del proprio Paese, nominata anche Senatrice a vita, per molti anni ha vissuto e lavorato anche negli Stati Uniti dividendo il suo tempo tra i due paesi.

Nel 1986 ha ricevuto il premio più prestigioso del mondo: il Premio Nobel per la medicina! Lo ha ottenuto perché è stata la prima ad identificare il fattore di accrescimento della fibra nervosa… vi pare poco?? Io di medicina capisco veramente poco, ma credo che quel che ha scoperto la Montalcini sia stato fondamentale per curare molte malattie!!

Ma i suoi successi non si sono fermati qui. È stata anche la prima donna a far parte della Pontificia Accademia delle Scienze. Ne avete mai sentito parlare? Non è mica un’istituzione qualunque: la Pontificia Accademia delle Scienze è un’istituzione molto prestigiosa in ambito scientifico… ha portata internazionale, ha composizione multirazziale e proclama di non fare nessun tipo di discriminazione… ma – prima della Montalcini – non aveva mai aperto le sue porte ad una donna!

Davvero tutto il mondo ha riconosciuto la grandezza di questa incredibile donna: ha ricevuto cinque lauree Honoris Causa, è stata Presidente Onorario del Comitato Nazionale per la Bioetica ed è stata la prima donna a ricevere tutta una serie di riconoscimenti prima di lei attribuiti solo a uomini! Potrei mettermi ad elencarli ma non avrebbe senso… ammetto che molti dei titoli che ha accumulato credo possano esser davvero compresi solo dagli addetti ai lavori!

Rita Levi Montalcini è sempre stata consapevole di essere diventata, involontariamente, un simbolo di quanto una donna possa dare a questo mondo. Per questo motivo, in un’intervista, ha dichiarato: "Le donne hanno sempre dovuto lottare doppiamente. Hanno sempre dovuto portare due pesi, quello privato e quello sociale. Le donne sono la colonna vertebrale della società". E credo veramente che nessuno possa smentire questa sua affermazione! 

Ma la Montalcini non è stata l’unica donna eccezionale a rendere fiera l’Italia. Avete mai sentito parlare di Maria Montessori? Forse se qualcuno di voi si occupa di bambini e di insegnamento ne avrà sicuramente studiato le teorie. Come la Montalcini, anche la Montessori è stata una donna da record. È vissuta a cavallo tra l’800 e il ‘900 ed è stata tra le prime tre donne in Italia a laurearsi in medicina. Ma non è come medico che è diventata famosa, bensì come educatrice.

Già mentre era ancora una studentessa, la Montessori manifestò un interesse nei confronti dei bambini con maggiori difficoltà, e si mise a frequentare quindi i quartieri più poveri di Roma dove si informava più che poteva sugli argomenti di igiene medica… e come medico poi iniziò a studiare le malattie che aveva visto colpire più frequentemente quei bambini. Ma la sua attenzione presto si allargò… quindi non si interessò più solo della salute fisica dei bimbi, ma iniziò anche a pensare alla loro educazione… Fu così che per lei divenne fondamentale aprire delle scuole che potessero dare una casa ed una possibilità di futuro migliore ai bambini di strada… e proprio realizzando questo sogno ed occupandosi dei bambini più sfortunati elaborò il suo metodo.

Lei riteneva che la libertà favorisse la creatività dei bambini e riuscì ad inventare un nuovo metodo educativo rivoluzionario che ancora oggi porta il suo nome: “Metodo Montessori”. Questo metodo inizialmente fu utilizzato in Italia, ma in breve tempo fu adottato in tutto il mondo, ed ancora oggi le scuole montessoriane vengono preferite ad altre.

È stata candidata al premio Nobel per la pace e inoltre fu la prima e unica donna italiana ad essere raffigurata su una banconota. Quale? Purtroppo su una banconota che ormai non esiste più… era la banconota da mille lire… ma purtroppo le Lire non esistono più perché sono state sostituite dall’Euro, la moneta europea.

Maria Montessori amava i bambini e li considerava un vero tesoro per l’umanità che andava custodito con attenzione. Lei un giorno disse: "Il bambino è una sorgente d'amore; quando lo si tocca, si tocca amore".

Ma cambiamo ambito ora… abbandoniamo la medicina e la pedagogia e guardiamo altrove. Secondo voi qual è l’ambiente in cui è più difficile emergere per una donna? Fino a pochi anni fa, in Italia, uno dei mondi che risultavano più maschilisti in assoluto era la politica. Ed è per questo che il caso di Leonilde Iotti merita di essere citato.

Dubito che voi ne abbiate mai sentito parlare, anche se questa signora ha fatto grandi cose e per questo si è meritata un posto nei libri di storia! Anche lei, come la Montalcini e la Montessori, non è purtroppo più di questo mondo… ma questo non significa che il suo operato sia stato scordato!

Conosciuta da tutti come Nilde, fin da giovane dimostrò di avere un bel caratterino… e anche molto coraggio; infatti, durante la Seconda Guerra Mondiale, fu un membro della Resistenza… insomma fu una Partigiana, cioè membro dell’esercito di liberazione che lottò contro l’occupazione nazista dell’Italia. Non fu l’unica donna a dimostrare tanto coraggio, ce ne furono molte altre che sicuramente meriterebbero un applauso per il sangue freddo che hanno dimostrato in quegli anni difficili… perché allora parliamo di Nilde Iotti? Perché lei andò oltre all’esperienza partigiana.

Dopo la fine della guerra non smise di interessarsi del suo Paese, anzi… si buttò in politica… un ambiente che all’epoca per una donna poteva esser quasi più feroce di una guerra! Fu la prima donna della storia a ricoprire in Italia la carica di Presidente della Camera dei Deputati per tre legislature, considerato anche il più lungo mandato della storia politica d’Italia! Ma non solo: fece parte della Commissione incaricata della stesura della Costituzione italiana… insomma fu una delle madri della Costituzione che ancora oggi è in vigore in Italia.

Come donna politica cercò di fare molto per le altre donne: si concentrò sul ruolo femminile nella società italiana e fu tra le sostenitrici ed organizzatrici del referendum che, nel 1974, portò all’introduzione del divorzio in Italia.

Ma per chiudere in bellezza vorrei parlarvi di ancora una donna italiana che è davvero contemporanea! Non solo è ancora viva ma è anche una donna giovane. Samantha Cristoforetti. Di lei sono sicuro che avete già sentito parlare!

È la prima donna italiana a far parte dell'Agenzia Spaziale Europea e ha conseguito il record europeo e femminile di permanenza nello spazio in un unico volo. Se guardate una sua foto sembra la ragazza della porta accanto. Viso sorridente, occhioni dolci… Non voglio dire che chi è particolarmente intelligente o ha doti straordinarie debba avere chissà che aspetto fuori dal comune… ma davvero sembra strano che una persona dall’aspetto così fresco e normale nasconda doti così fantastiche. 

Il suo curriculum di studi è impressionante! Tanto per farvi capire cosa intendo, ha una laurea in ingegneria meccanica con una specializzazione in propulsione spaziale e ha studiato nelle più prestigiose accademie… da Mosca a Washington!

Dopo aver fatto pratica… beh detto così sembra banale, ma dovete pensare che il suo addestramento l’ha vista impratichirsi di attività non proprio banali, come le passeggiate nello spazio, etc…. Comunque dicevo... dopo anni di addestramento ha realizzato il suo sogno più grande e nel 2014 ha partecipato ad una missione spaziale che l’ha fatta rimanere per 200 giorni a bordo di una stazione spaziale internazionale!

Ma sapete cos’ha, secondo me, di straordinario questa donna? Che anche se ha compiuto qualcosa che per la maggior parte di noi è quasi fantascienza… anche se al suo rientro dallo spazio è stata insignita di grandi onorificenze, non ha smesso di essere una di noi, una persona normale. 

Già durante la sua avventura tra le stelle si era divertita a postare sui social network foto del nostro pianeta e soprattutto dell’Italia vista da lassù… e quando è rientrata ha ripreso la sua vita privata e professionale come se nulla fosse, come se fosse rientrata dal campeggio e non da una missione spaziale internazionale che l’ha resa celebre in tutto il mondo. Insomma… ci vuole grandezza anche per non montarsi la testa, voi che ne dite?

Ok.. ammetto che mi piacerebbe continuare a parlarvi di altre donne italiane eccezionali… chiamatelo orgoglio patriottico… ma non c’è nulla di male ad esser fieri dei propri compatrioti, no? Però come sempre il tempo è tiranno e devo fermarmi qui… anche perché non vorrei che pensaste che noi italiani siamo vanitosi!!

Allora, che ne dite? Vi ho raccontato anche stavolta qualcosa di nuovo o conoscevate già le donne di cui vi ho parlato? E voi? Sapreste parlermi di alcune donne eccezionali del vostro Paese? Pensateci e fatemi sapere sulla nostra pagina Facebook! Io vi saluto e vi do appuntamento al prossimo episodio di Italy Made Easy Podcast! Per oggi è tutto. Ciao ciao e alla prossima.

Looking for a Structured, Ongoing program to Learn Italian? Check out 'From Zero to Italian' then!