Free Rome attractions

By Manu Venditti | Advanced

Italy Made Easy Stories - Free Rome Attractions

6 luoghi imperdibili e gratuiti a Roma 

Roma è la capitale d’Italia ed è sicuramente una delle città più belle del mondo.

Il suo soprannome le si addice in modo perfetto: è davvero la “Città Eterna”! A Roma, infatti, il tempo trascorso sembra aver lasciato più tracce che altrove; ad ogni angolo, ad ogni svolta potete trovare qualcosa di speciale da vedere. Monumenti, musei, chiese… c’è solo l’imbarazzo delle scelta. Qualsiasi itinerario voi decidiate di seguire, vi porterà a trasformare una semplice passeggiata in un vero e proprio tuffo nel passato e nell’arte.

Click for English

Non si contano le gallerie d’arte, i musei o i siti archeologici che si possono visitare a Roma; tra tutti i possibili itinerari, però, esiste un percorso interessante che vi consente di ammirare alcuni tra i monumenti più belli e famosi della città e di immergervi nell’atmosfera della Città Eterna senza spendere nulla.  

Click for English

Il punto di partenza di questo giro turistico non può che essere la più grande e famosa fontana di Roma e del mondo: la Fontana di Trevi. Di stile tardo barocco, venne inaugurata nel 1735 e immortalata nel famoso film di Fellini "La dolce vita". Non esistono barriere o transenne che vi separano da lei, né biglietti d’ingresso da pagare per vedere le sue acque zampillare. Potete stare ad ammirarla quanto tempo volete e tornarvi tutte le volte che lo desiderate, per guardarla alla luce dell’alba o del crepuscolo. Naturalmente non è assolutamente consentito provare a imitare Anita Ekberg ed entrare a fare il bagno nella fontana; come si suol dire, si può guardare ma non toccare!

Click for English

Non serve una lunga passeggiata per giungere dalla Fontana di Trevi a Piazza di Spagna, considerata una delle piazze più eleganti del mondo: la cornice offerta dai palazzi color ocra, la fontana del Bernini e la scalinata su cui si erige la chiesa Trinità dei Monti contribuiscono a creare un’atmosfera molto raffinata. L’eleganza che permea questo luogo è tale che non è un caso se alcuni tra i più grandi stilisti d’alta moda, come Gucci, Bulgari o Valentino, hanno scelto di posizionare in questa zona i loro principali punti vendita. Non stupisce nemmeno che i suoi palazzi abbiano fatto da dimora a poeti illustri come John Keats e Percy Shelley. Piazza di Spagna racchiude un patrimonio culturale immenso e da sempre è considerata il centro della vita culturale e turistica della città di Roma.

Click for English

Benché gioiello di unica bellezza, Piazza di Spagna ha, non lontano, almeno altre due rivali con cui dividere la fama, cioè Piazza Farnese e Piazza Navona.
Piazza Farnese prende il nome dal cinquecentesco palazzo, costruito per il cardinale Alessandro Farnese dai più grandi artisti dell'epoca, tra cui Antonio da Sangallo e Michelangelo Buonarroti.
Circa la provenienza dei materiali utilizzati per la sua edificazione, esistono molte storie in alcuni casi assolutamente false. Non è vero, ad esempio, che il materiale usato per la costruzione del palazzo sia stato prelevato dal Colosseo; in effetti, però, è accertato che siano stati usati pezzi provenienti dalle rovine di Ostia e dell’augusteo Tempio del Sole che si trovava un tempo nell’attuale Piazza di San Silvestro.

Click for English

Piazza Navona ha a sua volta molti vanti: considerata anch’essa una delle piazze più eleganti di Roma, è situata dove un tempo sorgeva lo Stadio di Domiziano. Indubbiamente, gli elementi più affascinanti di Piazza Navona sono le tre fontane: la Fontana dei Quattro Fiumi, quella del Moro e quella di Nettuno. Fin da tempi lontani, questa piazza ha sempre avuto un rapporto particolare con l’acqua: fino a metà del XIX secolo, in estate le bocche di scarico dell’acqua delle tre fontane venivano chiuse e la parte centrale della piazza s’inondava, diventando "Il Lago di Piazza Navona".

La piazza oggi è un punto di ritrovo per romani e turisti che si trattengono nei suoi caffè all’aperto. È un palcoscenico amato da pittori e artisti di strada tanto che, a qualsiasi ora del giorno, potrete assistere a spettacoli di maghi o ballerini.

Click for English

Come promesso, nel tour che stiamo facendo, tutto quanto è a cielo aperto, a disposizione di tutti e senza restrizione alcuna.
A coronamento di questo itinerario tra piazze e fontane che proiettano i visitatori a spasso nel tempo attraverso l’opera e l’ingegno creativo degli artisti più famosi, a pochi passi da Piazza Navona, si giunge quindi al Pantheon.

​Click for English


Il Pantheon (in greco "tempio di tutti gli dei") è un tempio risalente a circa 2000 anni fa e in origine dedicato a tutte le divinità passate, presenti e future. All'inizio del VII secolo è stato convertito in basilica cristiana, chiamata Santa Maria della Rotonda o Santa Maria ad Martyres. Si tratta di un vero e proprio capolavoro di architettura ed ingegneria, tanto che si dice che il grande Michelangelo l’abbia definito un’ “opera di angeli e non di uomini”.

​Click for English

Volendo infine proseguire la passeggiata allontanandosi un po’ dai palazzi e avvicinandosi al fiume Tevere, la culla dell’antica Civiltà Romana, non ci si può perdere l’Isola Tiberina.

​Click for English

È una piccolissima isola, forse la più piccola abitata al mondo, che sorge tra le acque del fiume Tevere, alle sponde del quale è collegata da due ponti: il ponte Cestio, che risale al 46 a. C., e il ponte Fabricio, edificato nel 62 a. C. Quest’ultimo è chiamato anche ponte Quattro Capi, ed ha la forma di una nave. Secondo una leggenda l’isola stessa sorge al posto di un’imbarcazione sommersa.

Dopo un simile percorso non avrete visto tutto di Roma; sicuramente, però, avrete fatto un primo assaggio gratuito ma non per questo povero di splendore!

​Click for English

To help you make the most of this content, we've created a complimentary PDF with the bilingual text and the Glossary

Looking for a Structured, Ongoing program to Learn Italian? Check out 'From Zero to Italian' then!