Italian Vegan Village

By Manu Venditti | Advanced

To help you make the most of this content, we've created a complimentary PDF with the bilingual text and the Glossary

Il primo borgo vegano d'Italia

Il numero dei vegani in Italia aumenta di anno in anno. Secondo gli istituti che monitorizzano le abitudini alimentari degli italiani, il numero di coloro che abbandona completamente l’utilizzo di prodotti di origine animale triplica ogni anno.

Al di là delle statistiche, che la filosofia vegana stia conquistando sempre di più il cuore di molti italiani è dimostrato dalla dilagante offerta di prodotti industriali privi di derivati animali che sono presenti in maniera sempre più massiccia sugli scaffali dei piccoli ma anche dei grandi supermercati.

Click for English

Anche l’interesse dei media sull’argomento è cresciuto e in quasi ogni città d’Italia aprono sempre nuovi ristoranti e locali vegani.
Attualmente sono circa due milioni le persone che in Italia hanno optato per una dieta alimentare priva di carne e di derivati animali.

Ma cosa spinge gli italiani a far sempre più spesso questa scelta di vita?

Click for English

La maggior parte dei vegani che sono stati intervistati, ha dichiarato di essere mossa da ragioni che hanno a che fare con il benessere e la salute o dalla sensibilità nei confronti degli animali.

In particolare sembra che la cultura vegana attecchisca sempre di più proprio in conseguenza al grande amore che noi italiani abbiamo per gli animali. Da una ricerca, infatti, è emerso che un terzo degli italiani vive con almeno un animale domestico e che sono in aumento le famiglie che accolgono due, tre o più animali.

Click for English

Ristoranti e prodotti per vegani, quindi, si affacciano sempre più numerosi sul panorama italiano. Ma recentemente è apparsa una novità in più: è nato il primo borgo vegano d’Italia.

Questa svolta arriva da un paesino che si chiama Soleschiano di Manzano, in Friuli Venezia Giulia: due sorelle hanno dichiarato di voler richiamare l’attenzione verso la vita in ogni sua forma e di voler quindi inventare un ambiente nuovo dove l’equilibrio tra l’uomo e la natura sia centrale. La loro iniziativa quindi affonda le radici in un profondo rispetto per il mondo animale e per il mondo della natura in generale. Affermano di aver preso a modello il celebre Leonardo Da Vinci noto non solo per la sua genialità, ma anche per il grande rispetto che aveva per il mondo naturale.

Click for English

Il progetto di queste due sorelle coinvolge realtà diverse come un agriturismo, un B&B e un birrificio. Ma per chi decide di recarsi in questo borgo, l’esperienza non si limita all’aspetto culinario: il borgo friulano mette a disposizione degli ospiti molteplici attività, dai laboratori per bambini, ai concerti fino alle passeggiate sensoriali.

Click for English

Nel borgo di Soleschiano è anche attiva un’iniziativa originale che mira a trasformare il luogo in una sorta di nuova Arca di Noè e che instaura un dialogo interdisciplinare tra arte, filosofia, scienza, amore per gli animali e tutela ambientale.

A Soleschiano trovano infatti nuova vita gli animali che erano stati destinati al macello e che vengono invece ceduti al borgo dai loro allevatori che in cambio ricevono opere d’arte realizzate da una serie di artisti che hanno deciso di collaborare al progetto.

Click for English

Il borgo è circondato dai campi, da piccoli fiumi e da una natura rigogliosa, ed è perfetto per ospitare gli animali salvati. In questo modo Soleschiano si presenta come un’oasi dedicata a ripristinare il contatto tra l’uomo e la natura.

​Click for English

Anche la musica è un elemento caratteristico di numerosi eventi che vengono organizzati nel borgo. In molte occasioni si esibiscono gruppi musicali che già da anni suonano pezzi dei più svariati generi: con le loro ballate, i blues o i brani rock e le improvvisazioni jazz, raccontano la loro visione degli elementi naturali ed in particolare dell’Isonzo, uno dei fiumi più grandi ed importanti della regione. Anche le istituzioni pubbliche locali e regionali hanno deciso di supportare il progetto di questo primo borgo vegano: grazie ai loro finanziamenti, vengono organizzate tavole rotonde e conferenze che hanno l’obiettivo di spiegare e promuovere la filosofia di vita vegana.

​Click for English

To help you make the most of this content, we've created a complimentary PDF with the bilingual text and the Glossary

Looking for a Structured, Ongoing program to Learn Italian? Check out 'From Zero to Italian' then!