What italians eat: fruit and vegetables

By Manu Venditti | Advanced

To help you make the most of this content, we've created a complimentary PDF with the bilingual text and the Glossary

Cosa mangiano gli italiani: Frutta & Verdura


La cucina italiana è sinonimo di qualità ed eccellenza praticamente ovunque. Le ricette e i piatti italiani sono talmente conosciuti da essere tra i più ricercati e i più imitati nel mondo. Ciascuno di voi avrà sicuramente il suo piatto italiano preferito… e scommetto che sarà una delle tante pietanze della cosiddetta “cucina mediterranea”.

Ma... da amanti stranieri della nostra cucina, vi siete mai chiesti che rapporto abbiamo noi italiani con la tavola? O, ancora meglio: visto che, sebbene la cucina italiana sia molto varia, sicuramente molti degli ingredienti principali sono vegetali, vi siete chiesti qual è il rapporto degli italiani con frutta e verdura? Probabilmente no.

Click for English

Frutta e verdura non sono mai mancate e continuano ad essere sempre presenti sulle tavole degli italiani. Praticamente tutti noi, infatti, mangiano prodotti ortofrutticoli quotidianamente. Da Nord a Sud non esiste una Regione d’Italia che non abbia tra i suoi piatti forti una pietanza completamente a base di verdure o non coltivi un prodotto ortofrutticolo per il quale eccelle sia in qualità che in quantità.

Click for English

Non è un caso se l’Italia viene anche chiamata “Il giardino d’Europa” ed è uno dei massimi produttori europei di ogni tipo di prodotto vegetale. Frutteti, orti e serre sono una parte fondamentale del panorama, dell’economia ma anche e soprattutto della cultura culinaria italiana.

In un passato nemmeno molto lontano il consumo enorme di generi alimentari come frutta e verdura è stato più una necessità che una scelta: in tempi di povertà – infatti – molti italiani residenti in zone agricole avevano un più facile accesso a prodotti ortofrutticoli che di altro genere. Oggigiorno, invece, non è più così: la stragrande maggioranza degli italiani può fortunatamente scegliere liberamente la propria alimentazione ma – soprattutto negli ultimi dieci anni – la passione per l’ortofrutta è aumentata rispetto ad un passato in cui era spesso una scelta obbligata.

Click for English

I principali consumatori di frutta e verdura sono i giovani e le loro motivazioni sono molto varie. Il motivo principale è sicuramente il tempo; purtroppo i nuovi stili di vita lasciano davvero poco tempo da trascorrere ai fornelli quindi molti ricorrono alla verdura fresca e alla frutta per consumare pasti di rapida preparazione che contemporaneamente risultino anche sani.

Le donne tendono a consumare più degli uomini prodotti ortofrutticoli che, oltre che di rapida preparazione, aiutano a mantenere o a raggiungere la linea desiderata! Sicuramente per tutti ha anche molta importanza l’aspetto salutistico: gli italiani consumano più frutta e verdura di tutti gli altri cittadini europei perché cercano di seguire il principio per cui una dieta sana richiede il consumo di almeno cinque porzioni di frutta e verdura al giorno.

Click for English

Ma la verità è che anche la passione stessa per la cucina porta molti giovani a consumare molta più frutta e verdura di quanto un tempo non abbiano fatto i loro predecessori. Perché? Be’, perché i giovani d’oggi amano reinventare la cucina italiana, magari attingendo per qualche spunto ad altre cucine straniere. Il risultato è, stando alle statistiche ed agli Istituti che monitorizzano le tendenze della popolazione, che le nuove pietanze che si stanno inserendo nei ricettari italiani richiedono una maggiore quantità soprattutto di verdura ma anche di frutta. 

Click for English

Tra l’ortofrutta che cresce sul territorio nazionale e quella importata da altri Paesi la scelta non manca… ma vogliamo fare qualche nome? Per quanto riguarda la frutta, al primo posto nel cuore di noi italiani stanno le mele, le banane e le arance. Per gli ortaggi, invece, il primato spetta a patate, pomodori, zucchine e carote. In realtà le statistiche, come sempre, mettono ai primi posti i prodotti che risultano più consumati a livello di quantità oltre che di frequenza.

Click for English

Poi naturalmente ci sono alcuni frutti di stagione, particolarmente golosi, che amiamo molto ma il cui consumo è inferiore perché sono prodotti più costosi e che comunque sono disponibili per breve tempo, come le ciliegie, le albicocche, le angurie e i meloni. Questi tipi di frutta, per esempio, sono disponibili solo in estate a differenza delle mele che sono disponibili dodici mesi all’anno.


​Click for English

A tutto ciò va aggiunta la frutta esotica: oltre alle banane, infatti, noi italiani amiamo i datteri, il cocco, l’ananas e l’avocado. La passione per questi frutti esotici sta diventando talmente diffusa che negli ultimi anni molti orticoltori italiani li stanno iniziando a coltivare... o almeno ci provano perché non tutti i prodotti esotici riescono ad adattarsi al clima italiano per crescere e maturare!


E tu, che rapporto hai con frutta e verdura? Ne mangi abbastanza?

​Click for English

To help you make the most of this content, we've created a complimentary PDF with the bilingual text and the Glossary

Looking for a Structured, Ongoing program to Learn Italian? Check out 'From Zero to Italian' then!