San Valentino [Italian Listening Exercise]

By Manu Venditti | Advanced

Podcast #14: San Valentino

Ah, l’amore! Che bella cosa! E l’Italia, lo sanno tutto, è un Paese di romantici, no?
Salve, e bentornati su Italy Made Easy, il network che ti presenta l’Italia, la sua cultura, le sue tradizioni, e la sua lingua.
Nel Podcast di oggi, parliamo di San Valentino, ovvero, la Festa degli Innamorati. Secondo voi, come festeggiano l’amore le coppie italiane? Scopriamolo insieme! 

(continua a leggere per trovare tutta la trascrizione di questo episodio)

Get the Podcast automatically on your phone / podcast enabled device

Siete innamorati o vorreste esserlo? Vi piace sentir parlare d’amore e di romanticherie varie? Oggi vi accontenterò! Oggi farò emergere lo spirito romantico che è in me! Ma sempre e soltanto per parlarvi del mio bellissimo Paese!

Quando si parla di innamorati e di momenti in cui si festeggia l’amore, ovviamente il pensiero corre subito al 14 febbraio, cioè alla festa di San Valentino. Questa è una festa tradizionale nei Paesi anglofoni, anche se ormai si è diffusa l’usanza in gran parte del mondo. In Italia molti credono che festeggiare San Valentino sia una nuova moda entrata nelle usanze italiane solo negli ultimi decenni, ma non tipica. Bene: si sbagliano!

Perché dico che si sbagliano? Ora mi spiego! Innanzitutto molti italiani (che si considerano i discendenti degli antichi Romani) non sanno che la celebre festa degli innamorati ha radici che risalgono già all’epoca dell’antica Roma.

Gli antichi Romani celebravano il dio pagano della fertilità con feste in cui più che l’amore in realtà celebravano il sesso… o, per dirla ancora più chiara, approfittavano dell’occasione per fare molto sesso senza rischiare alcuna condanna morale per i loro eccessi! Quando il Cristianesimo si radicò al posto della religione pagana, un Papa decise di cambiare le cose, perché il modo in cui la gente festeggiava non si adattava per nulla alla condotta predicata dalla religione cristiana! E fu a questo punto che entrò in scena il nostro San Valentino.

Sapete chi era? Sapete perché si decise che la festa degli innamorati portasse proprio il suo nome? Esistono tante leggende in merito. Secondo quella britannica, San Valentino era un uomo buono che aiutò una ragazza povera a sposarsi, salvandola così dalla perdizione: è per questo che nel mondo anglicano si iniziò a considerarlo il patrono degli innamorati. Ma, come stavo dicendo, anche nel mondo cattolico San Valentino venne scelto come soggetto da venerare il 14 febbraio… come mai?

Presto spiegato: San Valentino è un personaggio esistente anche nella tradizione cristiano-cattolica. Fu infatti il vescovo di Terni, in Umbria, e visse - per poi morire come martire - nel II secolo d. C.

Ebbene sì: San Valentino è un personaggio che da secoli viene venerato per aver sacrificato la sua vita in nome dell’amore. Si racconta, infatti, che abbia celebrato - infrangendo le regole del tempo - il matrimonio tra una ragazza cristiana ed un soldato romano pagano; questa fu la colpa per cui venne condannato a morte. Insomma, sembra che fosse famoso già all’epoca in cui visse!

Quindi una cosa è certa: ovunque guardiamo, a qualsiasi leggenda o tradizione decidiamo di credere, sembra che tutto il mondo sia d’accordo. San Valentino merita a tutti gli effetti di dare il proprio nome al giorno in cui si celebra l’amore!

In realtà in Italia, nei secoli più recenti, è stato ricordato semplicemente come uno dei tanti martiri e il suo collegamento con l’amore è rimasto quindi sepolto per molto tempo. Forse è per questo che gli italiani hanno perso e dimenticato questa tradizione finché non l’hanno recuperata grazie alla celebrità che ha nel mondo anglofono.

Oggigiorno in Italia ogni anno sono davvero numerose le iniziative dedicate alle coppie nel loro giorno speciale. A Terni, dove San Valentino è anche il Santo patrono, vengono organizzati gli “Eventi Valentiniani” che prevedono mostre, degustazioni, tour guidati e spettacoli. Ma la giornata più speciale di tutte è la domenica precedente il 14 febbraio, quando decine di coppie, in procinto di sposarsi, si danno appuntamento a Terni. Perché? Per scambiarsi le loro promesse d’amore davanti all’urna di San Valentino! Di solito partecipano un centinaio di coppie provenienti da tutta Italia, pronte a sigillare il proprio amore di fronte ai resti mortali di colui che fu Vescovo di Terni e che mise l’amore davanti a tutto, anche alla propria sopravvivenza.

E nel resto d’Italia come si festeggia San Valentino? Al di là della vera e propria manifestazione di Terni, anche in molte altre città italiane – soprattutto nelle località piccole – ci sono degli eventi ma in realtà si tratta di celebrazioni che hanno più uno scopo religioso e quindi poco a che fare con la vera e propria festa degli innamorati.

Per esempio a Quinto di Treviso c’è una bella festa in piazza che dura una settimana, ma è un evento di intrattenimento per bambini, con giostre, dolci, tanti giochi ed una bella sfilata di carri mascherati.

A Vico del Gargano, in provincia di Foggia, invece, vi è la tradizione di donare grandi quantità di arance per l’addobbo della chiesa e della cappella di San Valentino, che è anche il patrono degli agrumi.

La verità è che la maggior parte delle coppie italiane non organizza nulla di davvero speciale per San Valentino. Naturalmente il mondo commerciale offre spunti di ogni genere e coloro che desiderano fare un regalo al proprio compagno o compagna non hanno che l’imbarazzo della scelta! Dalla tradizionale rosa rossa, ai cioccolatini… dal pupazzo tutto cuori e tenerezza al gioiello di valore.

Ci sono tuttavia anche coloro che, al di là delle convenzioni e delle seduzioni commerciali, ci tengono a festeggiare la festa degli innamorati… e sono quelli che di solito non si fermano al regalo (simbolico o meno) ma che organizzano veri e propri fine settimana romantici in qualche posto speciale.

È davvero raro che qualcuno prenda dei giorni di ferie in occasione di San Valentino e di solito, se si vogliono trascorrere un paio di giorni romantici, la scelta ricade sul weekend immediatamente precedente o seguente il 14 febbraio (a meno che, per caso, questo non cada di sabato o di domenica).

Allora vi chiederete: in Italia ci sono delle mete particolarmente adatte per San Valentino? La risposta, ovviamente, è sì!

Naturalmente, siccome amore e bellezza sono un binomio perfetto, molti scelgono Venezia! Quale posto migliore per godersi una vacanza romantica, circondati da un’atmosfera unica? Potete passeggiare mano nella mano per le vie, ammirare un tramonto sul Canal Grande o scambiarvi un bacio durante un giro in gondola!

No? Soffrite il mal di mare? Allora vi propongo un’altra meta, molto ambita: Portofino, in Liguria. Potrete passeggiare tra le case colorate e bere un aperitivo mentre vi godrete un romanticissimo tramonto sul mare! C’è un locale, proprio sopra la piazzetta più bella e famosa del posto e da cui si gode un panorama mozzafiato, dove non si contano le proposte di matrimonio che sono state pronunciate!

E poi… vogliamo parlare di Roma? Roma sa essere romantica in ogni periodo dell'anno, ma inevitabilmente alcuni luoghi assumono dei contorni particolarmente suggestivi in occasione di San Valentino. Su tutti, la Fontana di Trevi illuminata alla sera e la Scalinata di Piazza di Spagna.

Ma se volete festeggiare nella località considerata dagli italiani la più romantica e adatta per San Valentino, allora dovete andare a Verona. Esatto, la città in cui Shakespeare ha ambientato una delle storie più tragiche ma anche più romantiche della storia: quella di Giulietta e Romeo.

Per questo motivo è una delle località più romantiche del nostro paese, oltre che una città ricchissima di bellezze storiche ed architettoniche. In occasione della festa degli innamorati è possibile seguire degli "itinerari dell'amore", sulle orme di Romeo e Giulietta. Scambiatevi un’effusione sotto il balcone di Giulietta, accarezzate insieme alla persona amata la statua di bronzo che sta nel cortile e, secondo la leggenda, la vostra storia d’amore durerà in eterno, come eterno rimarrà l’amore dei due giovani amanti creati da Shakespear!

E con questo si chiude anche questo episodio di Italy Made Easy Podcast. Ti ricordo che sul nostro Blog, www.italymadeeasy.com, abbiamo una quantità incredibile di materiali in italiano per aiutarti a migliorare le tue conoscenze e, se sei anglofono, sulla nostra Accademy, www.italymadeeasyacademy.com, abbiamo anche molti corsi di lingua che ti insegneranno come capire sempre di più materiali in italiano come questo.

Io per ora vi saluto e vi do appuntamento al prossimo episodio, dove parleremo di due feste importanti del mese di marzo, la Festa della Donna e la Festa del Papà! A presto!

Looking for a Structured, Ongoing program to Learn Italian? Check out 'From Zero to Italian' then!